SEI IN > VIVERE SAN MARINO > SPORT
articolo

L’Associazione Sammarinese Stampa Sportiva compie 40 anni. La sottolineatura filatelica

6' di lettura
132

San Marino. Nell’anno del Centenario dell’AIPS (Associazione Stampa Sportiva Internazionale) anche nella Repubblica del Titano si festeggia un anniversario storico: i 40 anni dell’Associazione Sammarinese Stampa Sportiva.

La storia dell’ASSS

Correva l’anno 1984 quando si costituiva questa Associazione, senza scopo di lucro e con l’obiettivo di elevare il livello ed il prestigio professionale dei propri soci, in modo da poter adeguatamente divulgare la conoscenza dello sport sammarinese attraverso tutti i mezzi d’informazione, difendendo al tempo stesso gli interessi morali e professionali dei propri membri. L’anno successivo San Marino ospitò quello che poi è diventato un piacevole ed originale evento sportivo: i Giochi dei Piccoli Stati d’Europa (Games of the Small States of Europe). L’ASSS è anche membro effettivo della prestigiosa AIPS (Association Internationale de la Presse Sportive) presieduta dal 2005 dal giornalista italiano Gianni Merlo. Il Direttivo in carica per il quadriennio 2023/2026 è composto da Elia Gorini (Presidente), Luca Pelliccioni (Segretario Generale) e Giacomo Santi (Tesoriere).

La sottolineatura filatelica

L’Amministrazione Postale Sammarinese da sempre si occupa di sottolineare il mondo dello sport con speciali emissioni filateliche commemorative ed ha voluto realizzare, in occasione del Centenario di AIPS un francobollo che riproduce il logo dell’Associazione (tiratura 20.004 esemplari). Una ricorrenza che si abbina perfettamente al 40^ di fondazione dell’ASSS, sottolineato a sua volta da uno speciale annullo filatelico.

Il 10 aprile alle ore 15, Poste San Marino presenterà agli Eccellentissimi Capitani Reggenti l’emissione del francobollo dei 100 anni di AIPS e l’annullo dei 40 anni di ASSS. Alla cerimonia presenzieranno il Segretario di Stato allo Sport e all’Informazione Teodoro Lonfernini, il Direttore Generale di Poste San Marino Gian Luca Amici, il Presidente di AIPS Gianni Merlo ed Elia Gorini, Presidente dell’Associazione Sammarinese Stampa Sportiva. L’annullo raffigurerà il rinnovato logo dell’Associazione.

Immagine che contiene Carattere, testo, Elementi grafici, clipart

Descrizione generata automaticamente

La tradizione filatelica, dunque, continua e con particolare fierezza ASSS vede riconosciuto il suo ruolo nel panorama della comunicazione sportiva della Repubblica di San Marino.

Al Presidente Gorini abbiamo chiesto con quali sentimenti si appresta l’Associazione a questo importante traguardo.

Elia, il mondo della comunicazione è cambiato in questi 40 anni. Evoluzione, tecnologia, velocità di trasmissione delle informazioni. Ma il “cuore” della notizia resta sempre nelle mani del giornalista. Come vivete oggi questa trasformazione?

G. Innanzitutto, grazie per questa opportunità che ci permette di dare visibilità alla nostra Associazione, che seppur piccola, cerca di fare le cose nel miglior modo possibile. La notizia corre veloce. È assolutamente vero! Nel ruolo che ricopriamo dobbiamo però non perdere mai di vista alcuni valori importanti per la professione. La fretta spesso è cattiva consigliera e il voler per forza arrivare prima a volte fa commettere errori gravi. Viviamo questa trasformazione con grande attenzione. Quando questo direttivo si è insediato, tra le prime novità che abbiamo apportato c'è stata la creazione del nostro sito (www.sportpress.sm). Già quello era una grande novità. Poi abbiamo aperto ai vari social per essere presenti e più vicini anche alle altre associazioni.

Raccontare le gesta degli atleti sammarinesi è sicuramente motivo di orgoglio. Spesso si pensa che “piccolo” non rappresenti pienamente un movimento che invece raccoglie intorno a sé passione e voglia di emergere e di portare i colori biancoazzurri nel mondo. Dunque, saper raccontare le emozioni degli atleti sammarinesi appare anche una responsabilità.

G. Per noi è una grande responsabilità, perché l'attenzione a livello nazionale è sempre maggiore essendo una realtà così piccola. I grandi risultati, poi, aumentano questa attenzione sulla nostra realtà. Pensi solamente alla notorietà avuta dai nostri atleti dopo le Olimpiadi che hanno portato le prime tre storiche medaglie con Alessandra Perilli, Gian Marco Berti e Myles Amine.

Far parte di AIPS vi offre una visibilità planetaria (ndr: i giornalisti iscritti sono quasi 10.000 e provengono da ogni parte del mondo) e vi permette di rimanere aggiornati sulle novità del settore. Come vi trovate in questo contesto?

G. In questo contesto ci caliamo con grande responsabilità e orgoglio. Perché da una parte sappiamo di rappresentare il nostro Paese. Quando sediamo ai Congressi di AIPS, davanti alla nostra postazione c'è la bandiera di San Marino. Qui viene fuori l'orgoglio di essere tra i giornalisti di tutto il mondo. È veramente un gran bel momento. Negli anni siamo riusciti a costruire un'ottima credibilità. Abbiamo contribuito con i delegati dei Piccoli Stati a formare un coordinamento che coinvolga le Associazioni dei paesi che partecipano ai Giochi dei Piccoli Stati, in modo da poter essere aggiornati sulle varie edizioni.

San Marino è anche, notoriamente, filatelia. Avere un proprio riconoscimento ufficiale del lavoro fatto anche dal punto di vista postale Vi porta ulteriormente oltre il Titano. Quale messaggio le piacerebbe spedire in questa storica ricorrenza?

G. Il messaggio che mi piacerebbe trasmesso parte da questa frase: “Non c'è futuro senza memoria”. Questo per dire che bisogna sempre ricordarsi da dove si è partiti per poter continuare a guardare avanti e continuare a crescere. I fondatori della nostra Associazione hanno visto bene, nel 1984 la ASSS è nata alla vigilia dei Giochi dei Piccoli Stati e il fatto di continuare a portare avanti la loro eredità è un grande orgoglio, anche perché la nostra Associazione si autofinanzia e non è semplice trovare risorse.

Abbiamo raccolto anche una dichiarazione del Presidente dell’Associazione Stampa Sportiva Internazionale, Gianni Merlo che così ha voluto ricordare questo traguardo dell’associazione sammarinese:

Quarant’anni di storia sono molto importanti, perché dimostrano la validità di una scelta fatta da colleghi, che sapevano leggere nel futuro, esattamente come è successo per l’AIPS con i suoi padri fondatori nel 1924 a Parigi. L’Associazione sammarinese è importante per noi perché testimonia la volontà, che c’è in ognuno di noi, di difendere i valori davvero universali dello sport, che fa parte della cultura di tutti i popoli. E sono sicuro che questa collaborazione e condivisione di obiettivi in difesa della nostra professione continuerà anche in futuro e con lo stesso sincero entusiasmo.

L’arte della scrittura, la forza della stampa, la capacità di raccontare emozioni sportive che sono soprattutto l’immagine degli atleti, sono esercizi che richiedono passione prima ancora che capacità tecniche. Nella piccola ma affascinante Rocca tutto questo si esprime nel gruppo di giornalisti che ogni giorno portano alto il nome di un territorio unico al mondo per tradizioni, per giovialità, per amicizia, tutti elementi che aiutano alla fraternità in un mondo sempre più intriso di contrasti. Auguri ASSS, per un futuro sempre denso di vita sportiva!



Questo è un articolo pubblicato il 08-04-2024 alle 19:54 sul giornale del 08 aprile 2024 - 132 letture






qrcode