Report del Consiglio grande e generale del 22 aprile

5' di lettura 23/04/2022 - SAN MARINO - I lavori odierni del Consiglio Grande e Generale si aprono con una serie di nomine: si parte dalle sostituzioni per il semestre 1° aprile- 1° ottobre di S.

E. Oscar Mina in Commissione consiliare Sanità e al Consiglio dei XII, rispettivamente con i consiglieri Pdcs Manuel Ciavatta e Paola Barbara Gozi. Quindi la nomina di Marco Nicolini e Gloria Arcangeloni di Rete in sostituzione di S.E. Paolo Rondelli, il primo in Commissione consiliare Affari Esteri, la seconda quale Sindaco di governo, sempre per il semestre 1° aprile-1° ottobre. Non raggiunge il quorum e viene così rinviata la sostituzione del consigliere Npr Gian Nicola Berti da membro della Commissione Consiliare sul Fenomeno delle Infiltrazioni della Criminalità Organizzata, per cui è stato candidato Gerardo Giovagnoli. Al comma 7, relativo alla nomina di un membro supplente del Comitato consultivo ai sensi dell’articolo 9, comma 4 della Deliberazione del Consiglio Grande e Generale n.29 in data 22 marzo 2022 “Adozione Codice di Condotta per i Membri del Consiglio Grande e Generale”- per cui Rf indica Sara Conti- l'opposizione chiede alcuni chiarimenti/conferme. In particolare, Eva Guidi, capogruppo di Libera, ricorda la richiesta, già formulata- spiega- al tavolo sul codice di condotta, relativo alla trasparenza della situazione patrimoniale dei consiglieri. “Sui debiti abbiamo avanzato la necessità di predisporre un articolo di legge sugli Npl- spiega- è l'unico passaggio concordato al tavolo, ci eravamo detti che il momento per introdurre l'articolo, per dare la possibilità a Bcsm di darne comunicazione, sarebbe stata la presentazione in seconda lettura della legge sull'Assestamento, lo voglio rimarcare per dare al governo il tempo di preparare l'articolo”. Mentre Nicola Renzi, Rf, chiede quando il codice etico entrerà in vigore. Risponde il Segretario di Stato per gli Affari Interni, Elena Tonnini che conferma le tempistiche anticipate da Guidi: “In un incontro al tavolo in cui era presente la Centrale rischi di Bcsm si è parlato di come attivare le procedure per questo passaggio, e di come l'occasione migliore fosse proprio l'Assestamento di bilancio, per portare in seconda lettura un emendamento che vada in questa direzione, questi sono gli accordi presi”. Mentre al consigliere Renzi risponde citando l'articolo 9 del codice: “L'entrata in vigore è dal 1° luglio 2022, contestualmente al Codice di condotta dei membri del congresso di Stato”.Tre le nomine anche quella di Corrado Giustozzi quale membro dell’Autorità della Tecnologia dell’Informazione e della Comunicazione (Autorità ICT). L'Aula non delibera invece sulle nomine del Trustee e del Guardiano per il Trust di Scopo, denominato Veicolo Pubblico di Segregazione Fondi Pensione: non raggiungono il quorum necessario di 39 voti a favore entrambi i candidati della Segreteria di Stato per le Finanze. Filippo Francini, candidato al Trustee, capitalizza infatti 37 preferenze e 12 schede bianche, mentre Monica Bernardi, indicata per il ruolo di Guardiano, ottiene 22 voti, 19 schede bianche e 8 nulle. Subito dopo la prima votazione, il consigliere Pdcs Manuel Ciavatta chiede di soprassedere alla seconda, “dato che l'opposizione- manda a dire- ha deciso di votare scheda bianca”. Replica immediatamente Luca Boschi di Libera, che puntualizza come invece le defezioni arrivino anche dalla maggioranza. Si apre di nuovo lo scontro sul “caso Delvecchio”, tema che ha tenuto banco più volte in Commissione consigliare e in Aula: il comma 14 infatti riguarda proprio le dimissioni di Danilo Delvecchio da membro del Collegio dei Sindaci Revisori delle Aziende Autonome di Stato Aaslp e Autorità per l’Aviazione civile, la navigazione marittima e l’Omologazione e la sua sostituzione. E se dai banchi di maggioranza si chiede di soprassedere alla nomina, i consiglieri di Libera e Repubblica futura ripercorrono tutta la vicenda tornando ad accusare il Segretario di Stato Stefano Canti di non aver detto la verità sull'allontanamento dell'ex sindaco revisore, poi “riammesso” e infine dimissionario, a seguito di un intervento che modifica i requisiti per il ruolo di revisore delle aziende di Stato. Sull'allontanamento dell'ex sindaco revisore “sono state dette fandonie in Aula”, punta il dito Michele Muratori di Libera, riferendosi al Segretario di Stato ai rapporti con l'Aasp. E ancora: “Il Segretario Canti raggiunge così lo scopo di far fuori il sindaco- stigmatizza Andrea Zafferani, Rf- I requisiti sono venuti meno per effetto di un intervento legislativo 'contra personam', fatto appositamente per eliminare questo sindaco”. Concluse nomine e sostituzione, all'Aula sono presentate 1) la Relazione annuale dell'attività svolta dall'Autorità ICT (Tecnologia dell'Informazione e della Comunicazione) e le Relazioni del Congresso di Stato sull’attività dell’Authority per l’autorizzazione, l’accreditamento e la qualità dei servizi sanitari, socio-sanitari e socio-educativi, relative al 2020 e al 2021. Su entrambe si apre un veloce dibattito, in particolare sulla relazione dell'Autorità ICT , il Segretario di Stato Luca Beccari, parlando delle prospettive del settore, anticipa “l'impegno di Governo e Segreteria per aprire un confronto sull'implementazione della rete di telefonia, perché sia efficiente ed efficace per la Repubblica di San Marino, elemento centrale per lo sviluppo economico e sociale”. La seduta si interrompe e i lavori consiliari riprenderanno lunedì dal comma 17, relativo alla Relazione annuale dell'Aif, Agenzia di informazione finanziaria, sull'attività svolta nel 2020 in materia di prevenzione e contrasto del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo.





Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 23-04-2022 alle 16:25 sul giornale del 25 aprile 2022 - 6 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/doNY