Consorzio Terra di San Marino: presentato il progetto di valorizzazione della filiera dei cereali coltivati in territorio

3' di lettura 11/10/2021 - Presentato lunedì mattina il progetto di valorizzazione della filiera dei cereali coltivati a San Marino alla presenza del presidente del Consorzio Terra di San Marino, Aida Maria Adele Selva, del Segretario Particolare della Segreteria di Stato per il Territorio, l’Ambiente e l’Agricoltura Giuliana Barulli, dei soci del mulino a pietra Lab.301 Lorenzo Canini e Cristian Lancioli, del Presidente della Cooperativa Ammasso prodotti agricoli Gianluca Giardi e del Presidente della Nazionale Italiana Pizzaioli Dovilio Nardi.

La collaborazione con la Nazionale Italiana Pizzaioli ed il suo presidente Dovilio Nardi è nata per promuovere la filiera cerealicola sammarinese attraverso la diffusione dell'arte della pizza e del pane con le farine biologiche macinate a pietra coltivate in territorio e per valorizzare i prodotti a marchio Terra di San Marino.

“I progetti portati avanti dal Consorzio Terra di San Marino – ha sottolineato la presidente, Aida Maria Adele Selva – sono pensati per promuovere l'intero paese i cui riverberi sono il territorio, la cultura, il turismo, la nostra identità. Il primo progetto di valorizzazione dei cereali è nato proprio dal Consorzio Terra nel lontano 2005 con il “Filone Terra di San Marino”, ma questo settore è in continua evoluzione e cambiamento, per questo, grazie al contributo ed il sostegno dei nostri agricoltori, delle istituzioni, delle cooperative di riferimento e ovviamente alla sapiente esperienza di Dovilio Nardi, possiamo presentare oggi un progetto innovativo ma allo stesso tempo legato alle nostre tradizioni.”

“La Segreteria di Stato per il Territorio, Ambiente e Agricoltura – ha aggiunto il Segretario di Stato Particolare Giuliana Barulli –sostengono con piacere ed onore questo progetto di così ampio respiro, infatti con esso si valorizzerà non solo l’arte della pizza e del pane ma porterà con se anche positivi riflessi economici sulla valorizzazione delle nostre produzioni e dell’intera filiera alimentare, a dare valenza a tale progetto ovviamente Terra di San Marino che è garanzia di sicurezza e qualità alimentare dei prodotti”.

“L’idea di valorizzare con nuovi prodotti a base di farine macinate a pietra è nata da noi produttori agricoli – afferma Lorenzo Canini presidente dell’Associazione produttori Agricoli e socio del Mulino a Pietra Lab.301- per valorizzare le nostre produzioni biologiche e di recupero dei cereali antichi sammarinesi. È un progetto ambizioso che vede sia il lancio di nuove farine 100% sammarinesi e macinate a pietra “Guaita, Cesta e Montale” ed anche di un corso di formazione per i professionisti del settore della ristorazione e non solo”.

“La materia prima di qualità è indispensabile per realizzare un prodotto di qualità come quello “delle pizze gourmet” che presentiamo oggi qui – afferma Dovilio Nardi. Le pizze e la focaccia Gourmet che presentiamo sono solo alcune di quelle che verranno proposte durante il corso di formazione gratuito programmato per il 9 Novembre 2021 presso il Grand Hotel di San Marino. Questo corso è rivolto ai locali e panifici di San Marino. Durante l’evento formativo saranno realizzate e preparate ricette innovative nell’ambito pizzeria che si potranno utilizzare anche nel settore panificazione. Un approccio contemporaneo e innovativo nella preparazione di questo simbolo della cultura gastronomica con i prodotti caratteristici del territorio nazionale. Un ventaglio di offerte e possibilità che la Repubblica Internazionale Pizzaioli, presenterà ai suoi ospiti a San Marino”.


da Segreteria di Stato Territorio e Ambiente della Repubblica di San Marino







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-10-2021 alle 18:26 sul giornale del 12 ottobre 2021 - 110 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cnPH





logoEV