L’Attività Amministrativa ora è più semplice

2' di lettura 05/10/2021 - Il Direttore della Funzione Pubblica, congiuntamente alla Segreteria di Stato per gli Affari Interni, comunica l’avvenuta pubblicazione del Decreto Delegato 24 settembre 2021 n.167 “Norme di semplificazione dell’attività amministrativa”, volto a facilitare alcuni procedimenti che poi conducono alla emissione di provvedimenti pubblici ed a facilitare il rapporto fra amministrazione ed utenza.

In particolare si introducono semplificazioni per il reclutamento di personale pubblico, con, ad esempio, l’abolizione della necessità di svolgere un periodo di prova quando il/la vincitore/vincitrice di un concorso abbia già svolto un periodo prestabilito di precariato sulla medesima Unità Operativa, oppure abbia, in passato, ricoperto posizioni dirigenziali per il Settore Pubblico Allargato.

Inoltre vengono meglio chiarite durata e numero di partecipanti a corsi – concorso definiti tramite accordo con le Organizzazioni Sindacali.

Vengono poi stabilite dal Decreto Delegato, a decorrere dal mese corrente, procedure semplificate per le attestazioni di malattia dei dipendenti con l’accesso telematico dell’Ufficio Paghe direttamente alla banca dati ISS, così da calcolare immediatamente le eventuali trattenute, togliendo l’obbligo al dipendente di trasmissione del certificato cartaceo.

In caso di notifiche poi che un elevato numero di interessati si potrò sostituire la trasmissione al singolo soggetto con la pubblicazione web della comunicazione previa adeguata pubblicità.

Semplificate e rimesse alla via telematica anche le istanze in ambito edilizio, urbanistico e catastale, con modalità da stabilirsi con specifico regolamento entro il prossimo mese di novembre, con notevole alleggerimento negli spostamenti e nella produzione cartacea da parte degli utenti.

Sono poi introdotti criteri innovativi e di semplificazione nelle modalità di inserimento temporaneo dei dipendenti su profili di ruolo per brevi periodi di affiancamento al fine di non interrompere o rallentare il servizio all’utenza in caso di avvicendamento, nonché in materia di firma elettronica, con riconoscimento di analoghe valenze fra gli strumenti di “firma remota” e “firma qualificata”, con maggiore semplicità d’uso per gli utenti che dialogano con l’amministrazione utilizzando questi strumenti.

Il Decreto Delegato n.167/2021 si va ad inserire quindi nel solco delle recenti innovazioni legislative che vogliono progressivamente semplificare il rapporto fra amministrazione e utente, con particolare attenzione allo spostamento sulla via telematica di molte procedure, soprattutto di presentazione di istanze. Un passaggio ulteriore per consentire alla Amministrazione Pubblica di progredire costantemente nel proprio percorso di ammodernamento ed informatizzazione.






Questo è un articolo pubblicato il 05-10-2021 alle 22:02 sul giornale del 06 ottobre 2021 - 93 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cmNw





logoEV